Cos’è l’edema osseo ? detto anche edema della spongiosa ossea

L’edema osseo è l’accumulo di liquido all’interno di una struttura ossea. Questo accumulo, ovviamente, determina un aumento della pressione intraossea. Questa condizione si verifica frequentemente nelle ossa lunghe degli arti inferiori e superiori e le più colpite sono le donne tra i 50 e i 70 anni, soprattutto se in sovrappeso. Può interessare anche gli sportivi over 50 e i runner.

edema osseo

Patologie e sintomi dell’edema osseo

Le patologie legate all’edema midollare osseo sono molte: traumi, fratture, osteoporosi transitoria dell’anca e osteoporosi regionale migrante, artriti settiche e osteomieliti, patologie infiammatorie come l’artrite reumatoide e le spondiloartriti, alcune patologie neoplastiche etc… L’edema osseo può essere asintomatico o sintomatico. Nel secondo caso, si manifesta principalmente con dolore, tanto più presente quanto più la lesione è estesa. Altri sintomi di accompagnamento sono il gonfiore (a livello dell’arto interessato), la presenza di un ematoma e l’incapacità a compiere movimenti con l’arto coinvolto.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi viene fatta soprattutto con la risonanza magnetica nucleare e il trattamento consiste riposo, corticosteroidi, ghiaccio da applicare sulla zona interessata, evitare di caricare sulla zona interessata e indossare un tutore. Inoltre, sembra che una dieta ricca di calcio, vitamina D e proteine e la sospensione del fumo, favoriscano il processo di guarigione. Inoltre anche l’utilizzo della magnetoterapia cemp può aiutare in molti casi a ridurre i tempi di guarigione.

Call Now Button