Fratture della glena: Diagnosi, Sintomi e Trattamento

La glena è una componente fondamentale dell’articolazione della spalla, essendo il punto di connessione tra l’omero e la scapola. Le fratture della glena possono risultare da traumi diretti o indiretti e possono compromettere significativamente la funzionalità della spalla. L’anatomia complessa di questa zona rende la diagnosi e il trattamento di queste fratture un compito altrettanto complesso. Il quadro clinico può variare notevolmente a seconda della gravità della frattura e della presenza di eventuali lesioni associate. Nei prossimi paragrafi, approfondiremo i sintomi tipici delle fratture della glena, le tecniche diagnostiche utilizzate per identificarle e le opzioni di trattamento attualmente disponibili, tra cui l’uso della magnetoterapia CEMP, un metodo non invasivo che sta guadagnando sempre più consensi nella comunità medica.

Fratture della glena

Sintomi

I sintomi di una frattura della glena possono variare a seconda della gravità dell’infortunio. Tuttavia, i segni più comuni includono dolore intenso, gonfiore e lividi nella zona della spalla. Il paziente potrebbe avere difficoltà a muovere il braccio o potrebbe sentire un crepitio o uno scatto durante il movimento. In alcuni casi, la spalla potrebbe apparire deformata o fuori posto. È importante ricordare che questi sintomi possono anche essere associati ad altre lesioni alla spalla, quindi è fondamentale consultare un medico per una diagnosi accurata. Nel prossimo paragrafo, discuteremo in dettaglio la diagnosi e il trattamento delle fratture della glena.

Cause

Le principali cause delle fratture della glena sono generalmente legate a traumi diretti, come cadute accidentali, incidenti stradali o attività sportive ad alto impatto. Queste fratture possono anche essere causate da condizioni patologiche che indeboliscono l’osso, come l’osteoporosi. Inoltre, l’età avanzata e la presenza di malattie croniche possono aumentare il rischio di subire questo tipo di lesione. È importante sottolineare che la prevenzione attraverso l’adozione di uno stile di vita sano e l’uso di attrezzature di protezione durante le attività fisiche può ridurre significativamente il rischio di fratture. Nel prossimo paragrafo, ci concentreremo sulla diagnosi e il trattamento delle fratture della glena.

La diagnosi di: Fratture della glena

La diagnosi delle fratture della glena si basa principalmente sull’esame clinico e radiologico. Il paziente spesso presenta dolore, gonfiore e limitazione dei movimenti a livello della spalla. La conferma della diagnosi avviene attraverso l’esecuzione di una radiografia, che permette di visualizzare l’esatta localizzazione e gravità della frattura. In alcuni casi, può essere necessario ricorrere alla tomografia computerizzata o alla risonanza magnetica per una valutazione più dettagliata. Nel prossimo paragrafo, ci concentreremo sul trattamento medico e riabilitativo per le fratture della glena, esplorando le diverse opzioni terapeutiche disponibili.

Trattamento: Fratture della glena

Il trattamento medico e riabilitativo delle fratture della glena si basa su una serie di interventi mirati. Questi includono:

– Immobilizzazione dell’articolazione per favorire la guarigione

– Terapie fisiche per rafforzare i muscoli e migliorare la mobilità

– Intervento chirurgico in caso di fratture gravi o complesse

– Uso di analgesici per gestire il dolore

Il percorso riabilitativo è fondamentale per riportare l’articolazione alla normale funzionalità e prevenire complicazioni a lungo termine. Inoltre, il medico in alcuni casi può anche prescrivere l’utilizzo della magnetoterapia a noleggio, una terapia non invasiva che utilizza campi magnetici per stimolare la guarigione dei tessuti.

Magnetoterapia in caso di Fratture della glena

La magnetoterapia CEMP (Campo Elettromagnetico Pulsato) è una terapia fisica utilizzata per trattare le fratture della glena, una componente importante dell’articolazione della spalla. Questa terapia agisce stimolando il processo di guarigione naturale del corpo attraverso l’uso di campi magnetici pulsati. I campi magnetici generati dalla magnetoterapia CEMP possono aiutare a ridurre l’infiammazione e il dolore, accelerando il tempo di recupero. Inoltre, possono stimolare la rigenerazione ossea, migliorando così la guarigione delle fratture. La magnetoterapia funziona applicando una bobina di trattamento all’area interessata, che emette un campo magnetico pulsato. Questo campo magnetico penetra nel tessuto, stimolando le cellule a livello molecolare e promuovendo la guarigione. La magnetoterapia CEMP è un trattamento non invasivo e indolore, che può essere un’opzione terapeutica efficace per le persone con fratture della glena.

apparecchio per Magnetoterapia cemp a noleggio
Dispositivo medico per magnetoterapia cemp

Noleggio Magnetoterapia in caso di Fratture della glena

Il trattamento con Magnetoterapia (cemp) è un’efficace soluzione per le fratture della glena. Se il tuo medico ti ha prescritto questo trattamento, puoi noleggiare l’attrezzatura necessaria presso la nostra azienda. Siamo a tua completa disposizione per fornirti tutte le informazioni necessarie e per guidarti nel processo di noleggio. Contattaci ora al numero 02 5004 23 05 oppure 081 009 8420. Il nostro centralino è disponibile dal lunedì al sabato, dalle 08:00 alle 21:00. Offriamo un servizio di consegna rapido ed efficiente, garantendo la consegna in tutta Italia entro 24/48 ore lavorative. Affidati alla nostra esperienza e professionalità per un trattamento sicuro ed efficace.

Avviso: Noleggiare la magnetoterapia solo dopo prescrizione. Contattare il proprio medico prima di intraprendere qualsiasi trattamento.

Per noleggiare la Magnetoterapia (CEMP) contattaci ora!

Ti risponderà un nostro Fisioterapista 

Articoli simili