Frattura del calcagno, Diagnosi e Trattamento

Una frattura del calcagno è una lesione ossea che si verifica quando un osso del piede, chiamato calcagno, si rompe. Il calcagno è l’osso più grande del piede ed è situato nella parte posteriore del piede, sotto la caviglia. La frattura del calcagno può essere causata da una caduta, una torsione o un trauma diretto.

Le fratture del calcagno sono classificate in base alla loro posizione e alla gravità della lesione. Le fratture possono essere classificate come fratture a spirale, fratture a stella, fratture a piatto, fratture a sottosquadro, fratture a comminute e fratture a scomparsa.

Le fratture del calcagno possono essere trattate con immobilizzazione, terapia fisica, farmaci antidolorifici o chirurgia. Il trattamento dipende dalla gravità della frattura e dalle condizioni del paziente.

Diagnosi

La diagnosi di una frattura del calcagno viene effettuata attraverso una radiografia del piede. La radiografia mostrerà una frattura del calcagno, che può essere una frattura aperta o chiusa. Una frattura aperta è quando la frattura è visibile attraverso la pelle, mentre una frattura chiusa è quando la frattura è visibile solo attraverso la radiografia.

In alcuni casi, una risonanza magnetica può essere necessaria per determinare la gravità della frattura. La risonanza magnetica può anche aiutare a determinare se ci sono altri danni ai tessuti molli, come tendini o legamenti, che possono essere stati danneggiati durante la frattura.

Una volta che la diagnosi è stata effettuata, il medico può decidere il trattamento più appropriato. Il trattamento può variare da una semplice immobilizzazione con un tutore o una stecca, a un intervento chirurgico.

Trattamento Frattura del calcagno

Il trattamento della frattura del calcagno dipende dalla gravità della lesione. Nella maggior parte dei casi, il trattamento prevede l’immobilizzazione con un tutore o una stecca per alcune settimane. In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico per riposizionare i frammenti ossei e fissarli con viti o placche.

Dopo l’intervento chirurgico, è necessario un periodo di riabilitazione per rafforzare i muscoli e ripristinare la mobilità articolare. La riabilitazione può comprendere esercizi di stretching, esercizi di rafforzamento muscolare, terapia fisica e massaggi.

In alcuni casi, può essere necessario indossare un tutore per alcune settimane o mesi dopo l’intervento chirurgico. Il tutore può aiutare a prevenire ulteriori danni e aiutare a ripristinare la funzionalità articolare.

È importante seguire le istruzioni del medico per assicurarsi che la frattura guarisca correttamente. Se non si seguono le istruzioni, c’è il rischio di complicazioni come l’artrosi o la rigidità articolare.

Magnetoterapia cemp in caso di Frattura del calcagno

Magnetoterapia cemp in caso di Frattura del calcagno

.

La magnetoterapia è una tecnica di trattamento non invasiva che utilizza campi magnetici a bassa frequenza per trattare le fratture del calcagno. La magnetoterapia può essere utilizzata per ridurre il dolore, accelerare la guarigione e ridurre il gonfiore. La magnetoterapia può anche aiutare a prevenire la formazione di cicatrici e aiutare a rafforzare i muscoli e le ossa intorno alla frattura.

Per noleggiare una magnetoterapia presso la nostra azienda, contattaci al numero 02 5004 23 05 oppure 081 009 84 20. Si consiglia di noleggiare la magnetoterapia solo su prescrizione o consiglio medico.

Avviso: Contattare sempre il proprio medico prima di intraprendere qualsiasi cura.

Per Noleggiare la Magnetoterapia Cemp contattaci ora

Un Fisioterapista al telefono per te

Telefono per noleggio magnetoterapia 0810098420

Articoli simili